La Società Europea di Oncologia Medica (ESMO) ha recentemente presentato dati di studio sulla pericolosità del Covid-19 per i pazienti con tumore.

I malati oncologici che contraggono il Covid-19 hanno un rischio maggiore di morire rispetto alla popolazione sana. I dati presentati dall’ESMO dimostrano che le persone con diagnosi di tumore sono vaccinate ottengono una protezione contro il Covid-19 pari a quella di persone vaccinate che non hanno il cancro.

COVID-19 E PAZIENTI ONCOLOGICI

Il rischio di contrarre una forma grave di Covid-19 è associato a:

  • essere in età avanzata
  • soffrire di altre patologie
  • avere un tumore in crescita attiva o in stadio avanzato
  • essersi sottoposti a chemioterapia

Uno studio dell’Università di Oxford dimostra che i pazienti ricoverati per Covid-19 che si stavano sottoponendo a cure oncologiche hanno un rischio di morire 5 volte più alto rispetto ai coetanei malati di Covid-19 ma non oncologici.

I VACCINI: UNA PROTEZIONE FONDAMENTALE

I vaccini anti-Covid-19 proteggono dalle forme più gravi della malattia e sono efficaci anche per i pazienti oncologici, che sono persone con un sistema immunitario molto indebolito sia dalla malattia che dalle cure. Questo è stato dimostrato da diversi studi, che hanno anche dimostrato che i vaccini sono sicuri e che la frequenza di eventi avversi nei pazienti oncologici non differisce da quelli riscontrati nella popolazione generale.


Segui La Ricerca al Tuo Fianco su Facebook per non perderti nessuna news!